#ineuropaconfurore

Cogliere la diversità rurale e rafforzare le prove per politiche su misura che migliorino il contributo delle comunità rurali alle transizioni ecologiche, digitali e sociali

Grasping rural diversity and strengthening evidence for tailored policies enhancing the contribution of rural communities to ecological, digital and social transitions

Titolo:
Cogliere la diversità rurale e rafforzare le prove per politiche su misura che migliorino il contributo delle comunità rurali alle transizioni ecologiche, digitali e sociali
Grasping rural diversity and strengthening evidence for tailored policies enhancing the contribution of rural communities to ecological, digital and social transitions
HORIZON-CL6-2021-COMMUNITIES-01-01
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
La proposta selezionata contribuirà a promuovere uno sviluppo sostenibile, equilibrato e inclusivo delle zone rurali, sostenendo l’attuazione del Green Deal europeo, in particolare la sua componente di transizione equa e giusta, la strategia digitale europea, il pilastro europeo dei diritti sociali e la visione a lungo termine dell’UE per le zone rurali. Lo farà migliorando la comprensione dei fattori ambientali, socioeconomici, comportamentali, culturali e demografici del cambiamento nelle zone rurali. Prove più solide su cui costruire le loro strategie e iniziative permetteranno alle popolazioni rurali di agire per il cambiamento e prepararsi a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, adattarsi al cambiamento climatico e trasformare le transizioni digitali ed ecologiche in una maggiore resilienza, buona salute e prospettive positive a lungo termine, compresi i posti di lavoro, per tutti, comprese le donne, i giovani e i gruppi vulnerabili.
I risultati dei progetti dovrebbero contribuire al raggiungimento dei seguenti risultati attesi:
– politiche, strategie e quadri di governance a livello locale, regionale, nazionale e dell’UE più basati sull’evidenza, basati sul luogo, integrati e su misura per guidare la transizione sostenibile delle aree e delle comunità rurali, sulla base dei risultati specifici di seguito;
– una comprensione più approfondita da parte dei responsabili politici e degli attori rurali della diversità delle condizioni rurali e delle sfide e opportunità associate ai megatrend, ai potenziali grandi shock e alle prossime transizioni, in particolare le sfide climatiche, ambientali e sociali, per adattare gli interventi politici alle realtà locali; – una migliore comprensione da parte dei politici e degli attori rurali delle caratteristiche funzionali dei territori, delle relazioni funzionali tra luoghi rurali e altri luoghi rurali e/o urbani all’interno di un continuum territoriale e dell’importanza di queste relazioni per lo sviluppo sostenibile, per progettare approcci sinergici che favoriscano uno sviluppo in rete e interconnesso; e
-una valutazione accurata da parte dei responsabili politici dell’impatto di tutte le politiche attuali e future sulle comunità rurali (rural proofing), comprese le politiche settoriali o tematiche (come clima, energia, mobilità, digitalizzazione, salute e inclusione sociale), o i quadri politici concepiti per accompagnare le transizioni di sostenibilità in generale, per personalizzare gli interventi al fine di massimizzare le possibilità per le comunità rurali di contribuire e beneficiare di queste transizioni.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1 ) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione. Un PIC convalidato non è un prerequisito per la presentazione della domanda.
Schema di finanziamento:
Contributo UE previsto per progetto La Commissione stima che un contributo UE compreso tra 7,00 e 7,50 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi.
Bilancio indicativo: Il bilancio totale indicativo per il tema è di 15,00 milioni di euro.
Tipo di azione: Azione di ricerca e innovazione.
Scadenza:
6 Ottobre 2021
Ulteriori informazioni:
wp-9-food-bioeconomy-natural-resources-agriculture-and-environment_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo