#ineuropaconfurore

Contrasto al furto d’identità online

Online identity theft is countered

Titolo:
Contrasto al furto d’identità online
Online identity theft is countered
HORIZON-CL3-2021-FCT-01-12
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
La forma “classica” di furto d’identità è un grande business da anni e consiste in dati personali e finanziari rubati online, venduti nell’economia sotterranea e usati in modo improprio da organizzazioni criminali in tutto il mondo, di solito per guadagno finanziario. Con l’evoluzione tecnologica, anche il furto d’identità si evolve. I dati personali possono essere reperiti hackerando i computer, ma i ladri d’identità ottengono sempre più spesso le informazioni personali dei cittadini dai siti di social media. Inoltre, un continuo miglioramento delle tecnologie per creare materiale audio e video deepfake può portare a nuove forme di furto d’identità. Questa tecnologia relativamente nuova ma in rapida evoluzione sovrappone audio, immagini o video ad un altro video o ne crea di nuovi. Ad esempio, può essere utilizzata, tra l’altro, per generare nuovo materiale “personalizzato” sugli abusi ai minori, per creare falsi account sui social media a nome della persona bersaglio (per imbrigliarla o perseguitarla), per mettere i volti delle celebrità su video pornografici esistenti, per diffondere informazioni errate su un’azienda (con conseguenti perdite finanziarie) o un politico o un esperto (danni alla reputazione).
Risultato atteso:
– Dotare le autorità di polizia europee di strumenti moderni, innovativi e convalidati e di curricula di formazione, che tengono conto delle regole legali ed etiche di funzionamento, nonché dei diritti fondamentali come la privacy e la protezione dei dati personali per prevenire, individuare e indagare il furto d’identità online, e raccogliere legalmente le prove del crimine attraverso i confini per il loro utilizzo nei procedimenti giudiziari;
– Rafforzamento della capacità degli operatori della sicurezza di identificare (nuove forme di) furto d’identità online in una fase iniziale grazie a una migliore conoscenza del modus operandi e delle nuove tendenze del furto d’identità, compresi, ma non solo, i deepfakes, e soluzioni innovative per le autorità di polizia per affrontarli in modo legale;
– migliore comprensione degli aspetti sociali e degli impatti del furto d’identità, nonché delle principali sfide ad esso correlate;
– maggiore percezione da parte dei cittadini che l’Europa è uno spazio di libertà, giustizia e sicurezza grazie a campagne di sensibilizzazione innovative che spiegano ai cittadini i meccanismi chiave e in evoluzione del furto d’identità e come proteggersi da essi; – migliore formulazione e attuazione della regolamentazione relativa alla lotta contro il furto d’identità da parte dei responsabili delle politiche di sicurezza.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione.
Questo tema richiede il coinvolgimento attivo, come beneficiari, di almeno 3 autorità di polizia di almeno 3 diversi Stati membri dell’UE o paesi associati. Per questi partecipanti, i richiedenti devono compilare la tabella “Informazioni di ammissibilità sui professionisti” nel modulo di domanda con tutte le informazioni richieste, seguendo il modello fornito nello strumento informatico di presentazione. Alcune attività, risultanti da questo tema, possono comportare l’uso di materiale classificato e/o la produzione di risultati sensibili alla sicurezza (EUCI e SEN). Si prega di fare riferimento alle relative disposizioni nella sezione B Sicurezza – Informazioni classificate e sensibili dell’UE degli allegati generali.
Schema di finanziamento:
La Commissione stima che un contributo di 3 milioni di euro permetterebbe di affrontare questi risultati adeguatamente. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione di proposte che richiedano importi diversi.
Il bilancio totale indicativo per il tema è di 6 milioni di EUR.
Tipo di azione: Research and Innovation action RIA.
Scadenza:
23 November 2021 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni:
wp-6-civil-security-for-society_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo