#ineuropaconfurore

Controllo delle infezioni sulle grandi navi passeggeri

Controlling infection on large passenger ships

Titolo:
Controllo delle infezioni sulle grandi navi passeggeri
Controlling infection on large passenger ships
TOPIC ID: HORIZON-CL5-2021-D6-01-12
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
Le navi passeggeri e in particolare le navi da crociera (con i loro alti tassi di occupazione e l’elevato numero di passeggeri ed equipaggi fino a 8000 persone, la stretta vicinanza dei passeggeri e degli equipaggi, l’elevato turnover dell’equipaggio con equipaggi provenienti da molti paesi diversi, i frequenti scali in porto che naturalmente implicano comuni escursioni a terra, e le attività di bordo con intensa interazione sociale) sono state implicate nella diffusione e moltiplicazione della malattia. Le navi da crociera di grandi e medie dimensioni hanno visto una moltiplicazione altamente dinamica e talvolta drammatica delle infezioni da Covid-19 a bordo e lo sbarco di diverse centinaia di passeggeri infetti (e spesso asintomatici) che successivamente sono diventati vettori di infezione nelle regioni interessate e nelle loro regioni di origine. In questo contesto è necessario tenere presente che i passeggeri delle crociere spesso viaggiano da e verso la nave in aereo, aggiungendo alla potenziale diffusione. Le navi passeggeri sono state anche ospiti per la rapida diffusione di malattie da Norovirus, influenza e infezioni da legionella. Questo può essere particolarmente problematico per le navi passeggeri (generalmente più piccole) che intraprendono crociere più lunghe di tipo spedizione lontano dai centri abitati, e che quindi si affidano interamente o prevalentemente ai servizi e alle strutture mediche di bordo. L’Europa, come produttore più grande e quasi esclusivo al mondo di navi passeggeri e da crociera di grandi e medie dimensioni e come sede di un gran numero di importanti destinazioni crocieristiche, deve garantire un ambiente di bordo sano che è anche cruciale per la redditività e la crescita sostenibile del business. Sebbene siano state pubblicate delle linee guida per controllare la diffusione delle infezioni a bordo, è chiaro che queste non sono completamente efficaci e manca una base di prove a sostegno dell’efficacia delle misure suggerite per le diverse infezioni. Continuano ad esistere importanti lacune di conoscenza e finora la reale efficacia delle diverse misure di mitigazione ora impiegate rimane in gran parte aneddotica.
Ci si aspetta che le realizzazioni e i risultati del progetto contribuiscano a tutti i seguenti risultati attesi, come applicabile alle due sotto-attività:
• Rendere infezioni trasmissibili (Covid-19, influenza, norovirus) controllabili anche oltre la zona dei porti e delle comunità portuali.
• Rendere le infezioni trasmissibili a bordo delle grandi navi passeggeri individuabili sistematicamente in una fase iniziale e mettere in atto misure efficaci per prevenire la diffusione dell’infezione.
• Rendere gli equipaggi e l’altro personale debitamente formati.
• Rendere le grandi navi passeggeri intrinsecamente progettate per prevenire la diffusione dell’infezione e per facilitare le misure in caso di rilevamento per eliminare l’ulteriore diffusione.
• Stabilire una base di prove riguardanti i meccanismi specifici che facilitano la diffusione dell’infezione a bordo e l’efficacia dei diversi metodi di mitigazione.
• Rendere pubblicamente disponibile una base di conoscenze sui meccanismi che facilitano la diffusione dell’infezione a bordo, sulle misure di mitigazione e sulle prove sottostanti.
• Rendere disponibile una guida basata sull’evidenza per la progettazione di navi passeggeri sane per migliorare la progettazione delle navi che può aiutare a evitare le infezioni e facilitare l’individuazione delle infezioni a bordo in una fase iniziale, mitigare intrinsecamente la diffusione dell’infezione e facilitare le azioni per prevenire la sua ulteriore diffusione.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1 ) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione.
Schema di finanziamento:
La Commissione stima che un contributo dell’UE tra i 3,00 e 5,00 milioni di euro permetterebbe di affrontare questi risultati
adeguatamente. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una di una proposta che richieda importi diversi.
Il bilancio totale indicativo per l’argomento è di 8,00 milioni di EUR.
Scadenza:
19 ottobre 2021 17:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni:
wp-8-climate-energy-and-mobility_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo