#ineuropaconfurore

COS-STRAT-2020-3-05: Alleanze strategiche per l’adozione di tecnologie avanzate da parte delle PMI sulla ripresa economica

COS-STRAT-2020-3-05: Strategic alliances for the uptake of advanced technologies by SMEs on the economic recovery

Ente finanziatore:
Commissione europea
EASME – Executive Agency for SMEs
Obiettivi ed impatto attesi:
Questo invito a presentare proposte mira a contribuire al pacchetto di ripresa della Commissione europea attraverso la creazione di alleanze strategiche tra le PMI tecnologicamente avanzate e le PMI tradizionali che si trovano ad affrontare la necessità di adattarsi al contesto economico post-crisi, concentrandosi sui benefici derivanti dall’adozione di tecnologie avanzate. L’obiettivo finale di questo invito a presentare proposte è quello di contribuire ad una più ampia diffusione e diffusione delle tecnologie avanzate tra le PMI in Europa e di dare impulso alla ripresa economica.
L’obiettivo specifico dell’azione è quello di lanciare due progetti pilota incentrati sulla costruzione di alleanze tra PMI tradizionali e tecnologicamente avanzate attraverso organizzazioni di cluster industriali, al fine di promuovere la collaborazione tra PMI e l’adozione di tecnologie all’interno di specifici ecosistemi industriali.
I progetti contribuiranno in modo specifico:
– Esplorare concrete opportunità di collaborazione tra diversi tipi di imprese dell’UE, in particolare le PMI a basso contenuto tecnologico e le PMI tradizionali. Queste collaborazioni dovrebbero migliorare le competenze industriali, aumentare la resilienza e aggiungere valore ai settori industriali e alle catene del valore esistenti;
– Aumentare l’adozione di tecnologie avanzate nelle PMI tradizionali e aiutare le PMI dell’UE che hanno sviluppato applicazioni tecnologiche critiche ad espandere il loro potenziale di mercato nell’UE;
– Sfruttare il forte potenziale di una collaborazione dinamica tra le organizzazioni dei cluster e i loro centri tecnologici al fine di promuovere l’adozione e lo sviluppo tecnologico delle PMI dell’UE;
– Sviluppare la collaborazione delle imprese tra diversi cluster dello stesso ecosistema industriale e creare partnership con altri ecosistemi industriali rilevanti.
Attività eleggibili:
Questo invito a presentare proposte invita a presentare proposte volte a promuovere la collaborazione e l’adozione di tecnologie all’interno di specifici ecosistemi industriali.
Le proposte sono invitate a garantire un’ampia copertura geografica per quanto riguarda le regioni dell’UE alle quali forniscono i loro servizi.
Le proposte sono invitate a prevedere strategie per stabilire e rimanere aperte a sinergie per tutta la durata del progetto.
Tenendo conto delle attività obbligatorie del presente invito a presentare proposte, l’Agenzia ritiene che la durata ragionevole dei progetti sia di 24 mesi.
Attività preparatorie obbligatorie:
I candidati sono invitati a proporre attività preparatorie che ritengono rilevanti per la costruzione di alleanze tra PMI e per l’adozione di nuove tecnologie da parte delle imprese. Tuttavia, è essenziale che tutte le attività preparatorie siano chiaramente collegate all’obiettivo stabilito dal presente invito a presentare proposte e debitamente giustificate.
Tra le possibili attività preparatorie ammissibili vi sono le seguenti:
– Raccolta di informazioni per una più approfondita identificazione strategica delle esigenze delle PMI che potrebbero potenzialmente partecipare al progetto;
– Creazione di partnership (ad esempio, attraverso attività di formazione/coaching sulla creazione di collaborazione, il coordinamento e la conduzione di una partnership e l’organizzazione di visite per i membri della partnership);
– Identificazione del gruppo potenziale di imprese che intendono partecipare al progetto e giustificazione del fatto che sono i migliori candidati.
Attività principali obbligatorie:
Le attività preparatorie proposte portano e sono integrate dalle seguenti attività, tutte obbligatorie. In particolare, i consorzi sono tenuti a:
– Costruire alleanze strategiche tra PMI tradizionali
– Sostenere le alleanze strategiche stabilite per creare un ponte con le PMI dell’UE a basso contenuto tecnologico, in grado di fornire soluzioni, sia direttamente che tramite hackathon
– Organizzare e gestire almeno un evento di match-making virtuale
– Organizzare l’assistenza tecnica,
– Fornire supporto alle imprese per l’adattamento delle tecnologie alle PMI del loro cluster;
– Identificare le opportunità e le minacce che le PMI si trovano ad affrontare mentre intendono adottare tecnologie avanzate e fornire adeguate raccomandazioni di politica industriale per specifici ecosistemi e per ogni tecnologia avanzata;
– Attività di comunicazione e diffusione per mobilitare in primo luogo le PMI tradizionali e tecnologicamente avanzate dell’UE.
Composizione del consorzio:
I richiedenti devono essere persone giuridiche e devono essere rappresentanti dell’industria, della comunità di ricerca e dei fornitori di tecnologia. Un elenco non esaustivo di potenziali candidati comprende, ad esempio, un elenco non esaustivo:
– organizzazioni di cluster
– centri tecnologici
– PMI
I diversi cluster dei consorzi candidati al presente invito a presentare proposte possono rappresentare gruppi di PMI dello stesso segmento industriale o di settori industriali collegati che offrono possibilità di fertilizzazione incrociata.
Qualora i centri tecnologici non siano beneficiari formali del progetto proposto, i candidati dovranno dimostrare nella loro domanda come intendono garantire la loro collaborazione durante il progetto.
Le persone fisiche non sono ammissibili.
I terzi collegati, vale a dire le persone giuridiche che hanno un legame giuridico o patrimoniale con i richiedenti, che non è limitato all’azione né stabilito ai soli fini della sua attuazione, possono partecipare all’azione in qualità di richiedenti al fine di dichiarare i costi ammissibili.
Sono ammissibili solo le domande provenienti da soggetti giuridici stabiliti nei seguenti paesi:
– Stati membri dell’UE;
– Paesi che partecipano al programma COSME ai sensi dell’articolo 6 del regolamento COSME.
Le proposte devono essere presentate da consorzi composti da soggetti giuridici ammissibili stabiliti in almeno tre diversi Stati membri dell’UE.
Schema di finanziamento:
Il budget totale stanziato per il cofinanziamento dei progetti è stimato in 5 000 000 EUR.
La sovvenzione massima per progetto sarà compresa tra 2 000 000 000 EUR e 3 000 000 000 EUR. Ciò non preclude la presentazione e la selezione di proposte che richiedono altri importi.
L’EASME prevede di finanziare 2 proposte.
La sovvenzione è limitata a un tasso di rimborso massimo del 90% dei costi ammissibili.
EASME si riserva il diritto di non distribuire tutti i fondi disponibili.
Deadline:
Il termine ultimo per la presentazione elettronica è il 2 febbraio 2021, 17:00 (ora di Bruxelles).
Ulteriori informazioni:
https://ec.europa.eu/easme/sites/easme-site/files/documents/cos-strat-2020-3-05_call_text.pdf

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo