#ineuropaconfurore

Le industrie culturali e creative come motore dell’innovazione e della competitività

Cultural and creative industries as a driver of innovation and competitiveness

Titolo:
Le industrie culturali e creative come motore dell’innovazione e della competitività
Cultural and creative industries as a driver of innovation and competitiveness
HORIZON-CL2-2021-HERITAGE-01-03
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
Le industrie culturali e creative sono state pesantemente colpite dalla crisi della pandemia COVID-19. Il confinamento sociale avrà probabilmente un impatto a lungo termine, riducendo significativamente i redditi e aumentando la disoccupazione. Questi problemi dovranno essere presi in considerazione nella ricerca, comprese le proposte per rinvigorire il settore. Le proposte di ricerca dovrebbero esplorare il potenziale di innovazione delle industrie culturali e creative, il loro ruolo come motori dell’innovazione in altri settori e il potenziale per rafforzare la competitività. Questo potrebbe comportare il rafforzamento dei legami tra scienza e arte. La ricerca dovrebbe coinvolgere le stesse industrie culturali e creative e altri attori creativi, i decisori politici e altre parti interessate al fine di garantire che le attività siano rilevanti per gli utenti finali. La ricerca dovrebbe studiare come le industrie culturali e creative dell’UE potrebbero beneficiare di nuove tecnologie, nuovi modelli di business, sviluppo di competenze, nuovi modelli di distribuzione e/o promozione allo scopo di rafforzare le loro prestazioni. La ricerca dovrebbe anche identificare le misure politiche per rafforzare ulteriormente la competitività e trarre vantaggio dal potenziale di innovazione del settore nell’UE e nei mercati internazionali.
Risultato atteso: I progetti dovrebbero contribuire ad almeno due dei seguenti risultati attesi: – Evidenza del potenziale di innovazione delle industrie culturali e creative basate nell’UE.
– Evidenza del ruolo delle industrie culturali e creative come motori dell’innovazione in altri settori economici come l’industria e i servizi.
– Evidenza degli effetti diretti e indiretti sull’economia dell’UE da parte delle industrie culturali e creative, degli effetti di ricaduta economica su altri settori e del potenziale di ulteriore crescita economica e occupazione nelle industrie culturali e creative.
-Dimostrazione di come le industrie culturali e creative dell’UE potrebbero beneficiare di nuove tecnologie, nuovi modelli di business, sviluppo di competenze, nuovi modelli di distribuzione e/o promozione.
– Proposte per rafforzare ulteriormente la competitività e trarre vantaggio dal potenziale di innovazione del settore nell’UE e nei mercati internazionali.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1 ) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione. Un PIC convalidato non è un prerequisito per la presentazione della domanda.
Schema di finanziamento:
Contributo UE previsto per progetto La Commissione stima che un contributo UE compreso tra 3,50 e 4,00 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi.
Bilancio indicativo:
Il bilancio totale indicativo per il tema è di 12,00 milioni di euro.
Tipo di azione: Azioni di ricerca e innovazione.
Scadenza:
07 Ottobre 2021
Ulteriori informazioni:
wp-5-culture-creativity-and-inclusive-society_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo