#ineuropaconfurore

Le soluzioni sistemiche circolari della Circular Cities and Regions Initiative (CCRI)

Circular Cities and Regions Initiative (CCRI)’s circular systemic solutions

Titolo:
Le soluzioni sistemiche circolari della Circular Cities and Regions Initiative (CCRI)
Circular Cities and Regions Initiative (CCRI)’s circular systemic solutions
TOPIC ID: HORIZON-CL6-2021-CIRCBIO-01-01
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
Le proposte selezionate sosterranno la fornitura di soluzioni per implementare il Green Deal europeo, il piano d’azione per l’economia circolare e la strategia per la bioeconomia. Il topic sosterrà la transizione verso un’economia circolare sostenibile, rigenerativa, inclusiva e giusta su scala locale e regionale in tutte le regioni d’Europa. Le proposte finanziate nell’ambito di questo topic faranno parte dei progetti dimostrativi per l’attuazione dell’iniziativa della Commissione europea “Città e regioni circolari” (CCRI). Le proposte dovrebbero fornire ai decisori politici, agli investitori pubblici e privati e alle comunità locali esempi concreti e dimostrati di soluzioni sistemiche circolari. Nel contesto di questo tema, una soluzione sistemica circolare è definita come un progetto dimostrativo per l’implementazione di un’economia circolare e climaticamente neutrale su scala urbana e/o regionale, coinvolgendo i principali stakeholder e, idealmente, affrontando più di un settore economico.
Ci si attende che i risultati dei progetti contribuiscano a tutti i seguenti risultati attesi:
– Miglioramento della circolarità e riduzione delle emissioni di gas serra nei settori economici, negli ecosistemi naturali e nella valorizzazione efficiente delle risorse locali nelle città, nelle regioni o nei loro raggruppamenti.
– Creazione di opportunità commerciali nell’economia circolare su scala urbana e/o regionale.
– Aumento delle pratiche circolari e climaticamente neutre tra i cittadini e la loro partecipazione a soluzioni sistemiche circolari.
– Maggiore trasferimento di conoscenze tra le città, le regioni o i loro raggruppamenti coinvolti nelle proposte finanziate nell’ambito di questo tema e altre città e regioni negli Stati membri dell’UE e nei paesi associati.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1 ) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione. Un PIC convalidato non è un prerequisito per la presentazione della domanda.
Le proposte finanziate nell’ambito di questo tema, e le loro soluzioni sistemiche circolari, devono far parte dei progetti dimostrativi per l’attuazione dell’Iniziativa Città e Regioni Circolari (CCRI) della Commissione Europea. Questo significa che:
– Le proposte devono realizzare una profonda cooperazione tra di loro attraverso attività specifiche che saranno incluse in almeno uno dei loro pacchetti di lavoro; – Le proposte devono cooperare con la CCRI e il suo servizio di coordinamento attraverso la condivisione con questa iniziativa di conoscenze ed esperienze sviluppate durante l’implementazione e la dimostrazione delle soluzioni sistemiche circolari; – Le proposte devono partecipare agli eventi della CCRI. I candidati devono riconoscere e integrare questi obblighi nella loro proposta.
Schema di finanziamento:
Contributo UE previsto per progetto La Commissione stima che un contributo UE compreso tra 5,00 e 10,00 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi.
Bilancio indicativo: Il bilancio totale indicativo per il tema è di 21,50 milioni di EUR.
Tipo di azione: Azioni di innovazione.
Scadenza:
6 Ottobre 2021
Ulteriori informazioni:
wp-9-food-bioeconomy-natural-resources-agriculture-and-environment_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo