#ineuropaconfurore

Materiali viventi ingegnerizzati

Engineered Living Materials

Titolo:
Materiali viventi ingegnerizzati
Engineered Living Materials
TOPIC ID: HORIZON-EIC-2021-PATHFINDERCHALLENGES-01-05
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
Questo Pathfinder Challenge mira a superare le sfide tecnologiche per sfruttare il potenziale ingegneristico della natura per la produzione di materiali. Gli obiettivi specifici di questo bando sono di sostenere lo sviluppo di nuove tecnologie e piattaforme che permettano la produzione controllata di materiali viventi made-on-demand con molteplici funzionalità funzionalità dinamiche, forme e scale prevedibili; e costruire una comunità di ricercatori e innovatori in ELMs.
I progetti nell’ambito di questo invito dovrebbero sviluppare tecnologie per la produzione di un minimo di due diversi materiali viventi (cioè con diverse applicazioni, scala – 10 x differenza – e composizione cellulare).
I risultati specifici attesi a seconda della scelta del processo di produzione di ELM (top-down o bottom-up) sono:
• un proof of principle di tecnologie ben oltre l’attuale stato dell’arte che consentano la produzione di un minimo di due nuovi ELM biologici più grandi di 1 cm in tutte le dimensioni mediante morfogenesi sintetica o ingegnerizzata programmabile e controllata (sia con cellule eucariotiche che procariotiche);
oppure
• una piattaforma DBTL (design-build-test-learn) automatizzata, convalidata in laboratorio e assistita dal computer, ben oltre lo stato attuale dell’arte, in grado di produrre un minimo di due nuovi ELM in scale multiple con proprietà migliorate o senza precedenti.
I progetti sono fortemente incoraggiati a considerare gli ELM multicellulari. Sono anche incoraggiati a sviluppare tecnologie che possono essere facilmente generalizzabili e adattate per la produzione di una vasta gamma di ELMs da diverse cellule.
I progetti finanziati nell’ambito di questo invito sono anche tenuti a collaborare e contribuire al più ampio dibattito etico, sociale e normativo.
Criteri di eleggibilità:
Lo schema del Pathfinder Challenge supporta la ricerca collaborativa e l’innovazione da parte di consorzi o candidature da parte di singole persone giuridiche. Nel caso di un consorzio la proposta deve essere presentata dal coordinatore a nome del consorzio che deve comprendere almeno due entità giuridiche indipendenti. I consorzi formati da due persone giuridiche indipendenti devono provenire da due diversi Stati membri o paesi associati. I consorzi di tre o più persone seguono le regole standard, vale a dire che almeno un soggetto giuridico deve provenire da uno Stato membro. I soggetti giuridici possono essere ad esempio università, organizzazioni di ricerca, PMI, start-up, persone fisiche. Nel caso di progetti monobeneficiari, le mid-cap e le large companies non saranno ammesse.
Schema di finanziamento:
Le proposte selezionate potranno ricevere una sovvenzione per un’azione di ricerca e innovazione per coprire i costi ammissibili, necessari per la realizzazione del progetto, comprese le attività di portafoglio. Per questo invito, l’EIC considera le proposte con un contributo dell’UE fino a 4 milioni di euro come appropriate. Tuttavia, ciò non impedisce di richiedere importi maggiori, se adeguatamente giustificati o dichiarati diversamente nella sfida specifica. Il tasso di finanziamento di questa sovvenzione sarà del 100% dei costi ammissibili.
Scadenza:
27 Ottobre 2021 17:00:00 CET
Ulteriori informazioni:
wp_horizon-eic-2021_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo