#ineuropaconfurore

Migliore preparazione sugli attacchi agli spazi pubblici

Improved preparedness on attacks to public spaces

Titolo:
Migliore preparazione sugli attacchi agli spazi pubblici
Improved preparedness on attacks to public spaces
TOPIC ID: HORIZON-CL3-2021-FCT-01-07
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
Spazi pubblici come piazze, luoghi di sport, quartieri commerciali, luoghi di culto o attrazioni turistiche sono stati l’obiettivo di numerosi attacchi terroristici e altri attacchi violenti che hanno causato una significativa perdita di vite umane e hanno causato insicurezza sociale e perdite economiche. I mezzi per portare a termine tali attacchi da parte di uno o più aggressori vanno da scenari sofisticati e ben pianificati che includono diversi aggressori che utilizzano esplosivi e armi da fuoco, fino ai cosiddetti attacchi a basso costo che fanno uso di beni di uso quotidiano come automobili, asce e coltelli da cucina. Tali attacchi hanno dimostrato di essere molto difficili da prevenire e la reazione rapida e la preparazione a rispondere sono gli elementi cruciali per ridurre il loro impatto.
L’impatto sulla qualità e l’apertura degli spazi pubblici dovrebbe comunque essere minimizzato il più possibile. Questo argomento richiede l’effettivo contributo delle discipline SSH e il coinvolgimento di esperti SSH, istituzioni e l’inclusione di competenze SSH rilevanti, al fine di produrre effetti significativi e significativi che migliorino l’impatto sociale delle attività di ricerca correlate. Il pieno coinvolgimento dei cittadini e delle organizzazioni della società civile è fondamentale per raggiungere soluzioni che soddisfino il requisito di avere un approccio equilibrato tra sicurezza e apertura degli spazi pubblici. Anche gli aspetti dei diritti fondamentali (compresa la privacy) dovrebbero essere presi in considerazione.
Ciò che manca finora è una capacità per i responsabili della sicurezza (autorità di pubblica sicurezza e/o organizzazioni di sicurezza private) e le autorità locali di condurre l’AV con l’aiuto dei mezzi tecnologici più avanzati. Gli strumenti per la VA urbana su larga scala dovrebbero essere in grado di simulare scenari realistici in qualsiasi spazio pubblico di diverse aree urbane e dare agli utenti la possibilità di testare diverse misure di prevenzione e risposta. Dovrebbero inoltre dare la possibilità di cooperare con i principali attori pubblici e privati (ad esempio, la gestione delle crisi e le autorità di protezione civile, i vigili del fuoco, le agenzie di regolamentazione, i servizi sanitari di emergenza, i gestori della sicurezza privata, ecc), e lo sviluppo di corsi di formazione su misura. L’aggiornamento continuo degli strumenti con i dati di nuove aree urbane, nuove modalità di attacco e diversi scenari assicurerebbe che tale capacità sia di uso a lungo termine e in grado di adattarsi ai nuovi sviluppi. Per questo motivo, si incoraggia l’uso dell’esperienza e della comunità del Centro comune di ricerca per diffondere le soluzioni VA sviluppate alle parti interessate e adattarle per un uso a lungo termine.
I risultati dei progetti dovrebbero contribuire a tutti i seguenti risultati:
• Miglioramento delle valutazioni di vulnerabilità da parte delle forze dell’ordine e dei gestori locali di spazi pubblici, con un’attenzione specifica a contrastare e/o prevenire attacchi terroristici o altre forme di violenza grave (amok, sommosse di massa), compresi gli attacchi con esplosivi, armi improvvisate e veicoli;
• Una migliore identificazione delle vulnerabilità specifiche e l’elaborazione di strategie di mitigazione da parte dei professionisti della sicurezza e dei responsabili politici grazie alla possibilità di simulare scenari di attacco in qualsiasi spazio pubblico in condizioni realistiche e di testare e addestrare diverse misure di prevenzione e risposta;
• Miglioramento della formazione delle autorità di polizia in collaborazione con diversi attori pubblici e privati (ad esempio, autorità di gestione delle crisi e di protezione civile, vigili del fuoco, agenzie di regolamentazione, servizi sanitari di emergenza, manager della sicurezza, organizzazioni di sicurezza privata, gruppi della società civile, ecc) per migliorare la loro preparazione agli attacchi negli spazi pubblici;
• Miglioramento delle capacità di pianificazione dei professionisti della sicurezza e dei decisori politici grazie all’identificazione delle potenziali vulnerabilità legate alla progettazione/ristrutturazione e alla costruzione/miglioramento di diversi spazi pubblici e alle misure per ridurle attuando un approccio globale di sicurezza attraverso la progettazione nella pianificazione urbana (compresi anche gli aspetti di inclusione sociale);
• Miglioramento delle capacità di modellazione dei professionisti della sicurezza, dei decisori politici e degli istituti di ricerca grazie all’identificazione delle potenziali vulnerabilità connesse ai diversi spazi pubblici, all’analisi del comportamento della folla e al possibile emergere di varie minacce alla sicurezza, al fine di ridurre al minimo le possibili minacce e vulnerabilità e sostenere la pianificazione delle rispettive risorse e attività.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1 ) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione.
Questo argomento richiede il coinvolgimento attivo, come beneficiari, di almeno 2 autorità di polizia e almeno 2 autorità delle guardie di frontiera di almeno 3 diversi Stati membri dell’UE o paesi associati. Per questi partecipanti, i richiedenti devono compilare la tabella “Informazioni di ammissibilità sui praticanti” nel modulo di domanda con tutte le informazioni richieste, seguendo il modello fornito nello strumento informatico di presentazione.
Se i progetti utilizzano dati e servizi di posizionamento, navigazione e/o tempi dati e servizi di cronometraggio, i beneficiari devono utilizzare Galileo/EGNOS (altri dati e servizi possono essere utilizzati in aggiunta).
Schema di finanziamento:
La Commissione stima che un contributo dell’UE di circa 5,00 milioni di euro permetterebbe di affrontare adeguatamente questi risultati.
Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi
Numero stimato di progetti da finanziare è 1
Il tasso di cofinanziamento è al 100% del totale dei costi eleggibili.
Scadenza:
23 Novembre 2021
Ulteriori informazioni:
wp-6-civil-security-for-society_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo