#ineuropaconfurore

Innovazione ICT per la sostenibilità della produzione nelle PMI (I4MS2) (partenariato Made in Europe)

ICT Innovation for Manufacturing Sustainability in SMEs (I4MS2) (Made in Europe Partnership)

Titolo:
Innovazione ICT per la sostenibilità della produzione nelle PMI (I4MS2) (partenariato Made in Europe)
ICT Innovation for Manufacturing Sustainability in SMEs (I4MS2) (Made in Europe Partnership)
HORIZON-CL4-2022-TWIN-TRANSITION-01-06
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
ICT Innovation for Manufacturing SMEs (I4MS) mira a sostenere le PMI manifatturiere e le mid-cap nell’adozione delle ultime tecnologie digitali innovative per le loro operazioni commerciali. I4MS2 si basa su I4MS e affronta in modo più significativo una produzione sostenibile e resiliente. La pandemia e le crisi economiche hanno dimostrato il ruolo chiave delle tecnologie digitali nel rispondere rapidamente ai cambiamenti esterni. La digitalizzazione migliora la resilienza, l’agilità e la competitività, e permette una produzione efficiente in termini di costi in Europa. Supporterà anche una riduzione radicale dell’impronta ambientale del settore. In questo contesto, la sperimentazione di tecnologie digitali innovative e sicure nei loro processi di produzione, prodotti e modelli di business guidati in particolare da centri di competenza specializzati nelle tecnologie menzionate di seguito migliorerà le aziende manifatturiere per gestire con successo la doppia trasformazione digitale e verde dei prossimi anni. I4MS2 invita a presentare progetti di Innovation Action che sosterranno le PMI e le mid-cap europee a innovare e rendere più sostenibili i loro prodotti, processi produttivi e modelli di business attraverso la sperimentazione e il test. Almeno il 50% del budget dovrebbe essere assegnato alle PMI e alle mid-cap per partecipare agli esperimenti.
Le proposte possono includere il sostegno finanziario a terzi per finanziare le PMI e le mid-cap. Le proposte dovrebbero descrivere la loro complementarità con le iniziative esistenti, in particolare la rete degli European Digital Innovation Hubs, che è sostenuta attraverso il programma Digital Europe. Dovrebbero anche indicare come collaboreranno con gli European Digital Innovation Hubs. La priorità dovrebbe essere data alle tecnologie che possono:
– Migliorare la sostenibilità dei processi e dei prodotti; ridurre significativamente o riutilizzare i rifiuti e abbassare l’impronta energetica e di carbonio;
– Rendere i processi industriali più agili, sicuri e resistenti ai cambiamenti futuri;
– Rendere il lavoro manifatturiero più attraente per gli esseri umani, indipendentemente dall’età, dal sesso o dal background sociale e culturale, attraverso migliori interfacce uomo-macchina e un’interazione più intuitiva con gli strumenti digitali; Le seguenti aree tecnologiche dovrebbero essere affrontate nelle proposte:
– Intelligenza Artificiale applicata alla produzione, con un focus specifico sulle applicazioni AI al bordo;
– Cybersecure Industrial Internet of Things che consente la condivisione affidabile dei dati industriali e la creazione di valore, per ottenere ulteriore flessibilità e agilità delle catene di approvvigionamento;
– Interfacce avanzate e collaborazione all’interno di ambienti di lavoro intelligenti come i robot collaborativi.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione.
Schema di finanziamento:
La Commissione stima che un contributo di tra i 4 e gli 8 milioni di euro permetterebbe di affrontare questi risultati adeguatamente. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione di proposte che richiedano importi diversi.
Il bilancio totale indicativo per il tema è di 30 milioni di EUR.
Tipo di azione: Innovation action (IA).
Scadenza:
30 Marzo 2022 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni:
wp-7-digital-industry-and-space_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo