#ineuropaconfurore

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2021CE160AT032 Promuovere la partecipazione dei giovani a una transizione giusta – EUTEENS4GREEN

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2021CE160AT032 Promuovere la partecipazione dei giovani a una transizione giusta – EUTEENS4GREEN

Titolo:
INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2021CE160AT032 Promuovere la partecipazione dei giovani a una transizione giusta – EUTEENS4GREEN
Ente finanziatore:
Commissione europea Direzione Generale della Politica regionale e urbana (DG REGIO)
Just Transition Fund
Obiettivi ed impatto attesi:
La proposta selezionata nell’ambito del presente invito svilupperà un programma sostenibile ed efficiente per fornire un sostegno finanziario ai giovani, affinché siano protagonisti nel contribuire alla transizione verde nel quadro della politica di coesione. Tale programma sarà complementare ai regimi esistenti a livello locale, regionale e/o nazionale. Il beneficiario sarà incaricato di promuovere e organizzare un invito a presentare progetti per i giovani, e di valutarne i risultati. I progetti dovrebbero essere di dimensioni ridotte e di durata limitata. Le attività previste dai progetti dovrebbero consentire la partecipazione diretta di un numero adeguato di persone; tale partecipazione dovrebbe essere chiaramente misurabile in cifre.
Alla fine il beneficiario comunicherà alla Commissione europea le raccomandazioni e gli insegnamenti tratti dalla partecipazione dei giovani alla definizione degli investimenti della politica di coesione legati alla transizione verde
La presente iniziativa mira a responsabilizzare i giovani e a renderli protagonisti della definizione e dell’attuazione di soluzioni che garantiscano l’inclusività della transizione verde. A seguito dell’invito a presentare progetti il beneficiario accompagnerà i giovani nell’attuazione di progetti volti ad aumentare la partecipazione e il coinvolgimento delle persone meno esposte ai benefici della transizione verde. Per “persone meno esposte” si intendono le persone che hanno una conoscenza e una comprensione limitate dell’incidenza della “transizione verde” sulla loro vita professionale e privata e che, al tempo stesso, dispongono di risorse e/o opportunità limitate per esprimere le loro necessità di partecipare alla definizione delle azioni per una transizione sostenibile. Il beneficiario offrirà sostegno ai giovani di età compresa tra 15 e 24 anni (di seguito ” giovani”) residenti in una o più regioni interessate dai piani territoriali per una transizione giusta. Il beneficiario organizzerà un invito a presentare progetti, aperto ai giovani e ai gruppi di giovani disposti a svolgere attività di volontariato per concepire e attuare idee che consentano alle “persone meno esposte” di beneficiare della transizione verde. L’invito può essere rivolto a gruppi di giovani istituiti appositamente ai fini dell’invito o appartenenti ad associazioni esistenti. I gruppi di giovani e le associazioni esistenti 6 dovrebbero dimostrare che i giovani o i membri dell’associazione che partecipano al progetto soddisfano i criteri relativi all’età e al territorio (ad es. tramite una dichiarazione). Nelle loro proposte di progetto i giovani devono: a) identificare le “persone meno esposte” e b) sviluppare idee per aumentare la loro partecipazione alla transizione verde; c) spiegare in che modo tali persone saranno coinvolte nei progetti e d) descrivere come saranno misurati i risultati e la partecipazione. I progetti potranno assumere diverse forme, dall’elaborazione di un processo partecipativo alla sperimentazione di soluzioni concrete. Potranno svolgersi in spazi fisici, come scuole o quartieri, o virtuali, come le piattaforme digitali. La durata massima dei progetti che i giovani possono proporre è di 12 mesi.
Affinché vi sia materiale sufficiente per l’analisi e le conclusioni, l’invito a presentare progetti dovrebbe portare alla selezione di un minimo di 70 progetti. I progetti dovrebbero essere di dimensioni ridotte e di durata limitata. Le attività previste dai progetti dovrebbero consentire la partecipazione diretta di un numero adeguato di persone; tale partecipazione dovrebbe essere chiaramente misurabile in cifre.Le attività di progetto debitamente giustificate saranno ammissibili a un finanziamento fino a un massimo di 10 000 EUR. I progetti dovranno essere completati entro 12 mesi.
Criteri di eleggibilità:
Possono fare domanda i seguenti richiedenti: – organizzazioni senza scopo di lucro (private o pubbliche); – autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali); – organizzazioni internazionali; – università; – istituti di istruzione; – centri di ricerca.
Schema di finanziamento:
Il bilancio totale stanziato per il cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è stimato a 1 000 000 EUR. La Commissione prevede di finanziare una sola proposta
Scadenza:
31 gennaio 2022.
Ulteriori informazioni:
call_proposals_it.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo