#ineuropaconfurore

Salvaguardare le lingue in pericolo in Europa

Safeguarding endangered languages in Europe

Titolo:
Salvaguardare le lingue in pericolo in Europa
Safeguarding endangered languages in Europe
HORIZON-CL2-2022-HERITAGE-01-01
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
La creazione di un ecosistema europeo di conservazione delle lingue è al centro di questo argomento, in particolare con la creazione di una serie di linee guida per rivitalizzare le lingue in pericolo in Europa e la creazione di un sito web completo. Questo mira anche allo scambio di buone pratiche e alla raccolta di risorse e strumenti per le lingue in pericolo che, con l’appropriato coinvolgimento delle parti interessate, dovrebbero essere resi ampiamente disponibili. Una serie di linee guida identificate dovrebbe essere convalidata dall’uso di casi esistenti di rivitalizzazione delle lingue. I risultati disponibili della ricerca già intrapresa sulla rivitalizzazione delle lingue dovrebbero essere presi in considerazione, mentre dovrebbe essere promossa l’identificazione dei bisogni per ulteriori ricerche nel campo. Dovrebbero essere analizzati gli esempi di movimenti di base che favoriscono l’impegno delle comunità locali e, in particolare, dei giovani, nell’apprendimento e nell’uso di tali lingue, ed esaminati i loro fattori motivanti. Queste buone pratiche dovrebbero essere prese in considerazione nell’elaborazione delle metodologie, al fine di migliorarle e renderle adattabili alle situazioni locali. La partecipazione delle comunità e/o amministrazioni regionali o locali, della società civile, delle università e di altri istituti di ricerca, delle reti e delle piattaforme che lavorano sul multilinguismo e sulla promozione delle lingue regionali e minoritarie è incoraggiata e garantirà soluzioni efficaci e complete dal basso verso l’alto.
Risultati attesi: I progetti dovrebbero contribuire ad almeno due dei seguenti risultati attesi:
– Migliorare la cooperazione a livello europeo tra gli attori chiave e le parti interessate all’interno delle comunità di lingue in pericolo.
– Responsabilizzare le comunità locali e promuovere l’impegno dei cittadini nella gestione sostenibile delle loro risorse linguistiche, in linea con i principi della Convenzione di Faro.
– Suggerire strategie per coinvolgere i giovani nella (ri)scoperta del loro patrimonio linguistico e della sua importanza per lo sviluppo della loro identità e la costruzione della comunità.
– Promuovere l’uguaglianza e la diversità linguistica in linea con il motto dell’UE “Uniti nella diversità” e il suo lavoro per rafforzare il ruolo centrale del multilinguismo in Europa.
– Rafforzare l’identificazione, l’inventario e la trasmissione delle lingue regionali, minoritarie e locali come veicoli di espressioni orali e tradizioni, in linea con i principi della Convenzione UNESCO del 2003 per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione.
Schema di finanziamento:
La Commissione stima che un contributo tra i 2 ed i 3 milioni di euro permetterebbe di affrontare questi risultati adeguatamente. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione di proposte che richiedano importi diversi.
Il bilancio totale indicativo per il tema è di 3 milioni di EUR.
Tipo di azione: Research and Innovation action RIA.
Scadenza:
20 April 2022 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni:
wp-5-culture-creativity-and-inclusive-society_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo