#ineuropaconfurore

Progetti di Gemellaggio

Twinning

Titolo:
Progetti di Gemellaggio
Twinning
TOPIC ID: HORIZON-WIDERA-2021-ACCESS-03-01
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
Le proposte di gemellaggio dovrebbero delineare chiaramente la strategia scientifica per rafforzare e stimolare l’eccellenza scientifica e la capacità di innovazione in un’area di ricerca definita, nonché la qualità scientifica dei partner coinvolti nel gemellaggio. Questa strategia scientifica dovrebbe includere disposizioni per formulare uno o più progetti di ricerca congiunti nuovi (o in corso) nell’area scientifica scelta e descrivere come il gemellaggio porterà questa ricerca a una nuova fase, ampliando il suo campo di applicazione e/o il partenariato di ricerca. Se pertinente, devono essere delineati eventuali collegamenti con gli obiettivi di sviluppo sostenibile.
Tale strategia dovrebbe includere una serie completa di attività da sostenere. Queste dovrebbero includere almeno alcune delle seguenti: scambi di personale a breve termine; visite di esperti e formazione a breve termine in loco o virtuale; workshop; partecipazione a conferenze; organizzazione di attività congiunte del tipo scuola estiva; attività di divulgazione e sensibilizzazione. Per quanto appropriato, queste attività dovrebbero tenere conto dei piani per la parità di genere dei partecipanti.
Le proposte dovrebbero anche concentrarsi sul rafforzamento della gestione della ricerca e delle capacità amministrative dell’istituzione coordinatrice del paese dell’allargamento. Ciò dovrebbe assumere la forma di un pacchetto di lavoro o di un compito dedicato, ponendo l’accento su attività specifiche, al fine di aiutare il personale dell’istituzione coordinatrice a migliorare la preparazione delle proposte e le competenze di gestione/amministrazione dei progetti. Se non esiste ancora, sarebbe utile istituire/potenziare un’unità di gestione/amministrazione della ricerca all’interno dell’istituto coordinatore. Ciò sarà realizzato utilizzando pienamente l’esperienza e le migliori pratiche dei partner leader a livello internazionale e dovrebbe essere un risultato concreto dell’esercizio di gemellaggio.
I risultati del progetto dovrebbero contribuire a tutti i seguenti risultati attesi:
• Miglioramento della capacità di eccellenza e delle risorse nei paesi in via di allargamento, consentendo di colmare il divario ancora evidente nella ricerca e nell’innovazione in Europa.
• Potenziamento delle attività di networking strategico tra le istituzioni di ricerca dei paesi in via di allargamento e almeno due controparti leader a livello internazionale a livello UE.
• Aumento della reputazione, del profilo di ricerca e dell’attrattiva dell’istituzione coordinatrice del paese allargato e del profilo di ricerca del suo personale.
• Rafforzamento delle capacità di gestione della ricerca e delle competenze amministrative del personale che lavora nelle istituzioni del paese dell’allargamento.
• Maggiore creatività sostenuta dallo sviluppo di nuovi approcci nella collaborazione R&I, maggiore mobilità (verso l’interno e verso l’esterno) di scienziati qualificati.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee 1 ) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione.
La durata del progetto di gemellaggio dovrebbe essere fino a 3 anni.
Alla presente call si applicano le seguenti eccezioni:
Al fine di raggiungere i risultati attesi, la partecipazione come coordinatori al all’invito è limitata ai soggetti giuridici stabiliti nei paesi dell’allargamento, come definiti nel regolamento di Horizon Europe. Inoltre, almeno il 70% del bilancio per le attività di ricerca deve essere assegnato al coordinatore di un paese in via di allargamento.
Proposte presentate anche nell’ambito del bando HORIZON-WIDERA-ACCESS-02 Twinning Western Balkans non sono ammissibili.
Schema di finanziamento:
La Commissione stima che un contributo dell’UE compreso tra 0,80
e 1,50 milioni di euro permetterebbe di affrontare questi risultati
adeguatamente. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la
di una proposta che richieda importi diversi.
Il bilancio totale indicativo per il tema è di 149,00 milioni di EUR.
Tipo di azione Azioni di coordinamento e sostegno.
Scadenza:
18 gennaio 2022
Ulteriori informazioni:
wp-11-widening-participation-and-strengthening-the-european-research-area_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo