#ineuropaconfurore

Espansione degli ecosistemi imprenditoriali

Expanding Entrepreneurial Ecosystems

Titolo:
Espansione degli ecosistemi imprenditoriali
Expanding Entrepreneurial Ecosystems
HORIZON-EIE-2022-SCALEUP-01-01
Ente finanziatore:
Commissione europea
Programma Horizon Europe
Obiettivi ed impatto attesi:
L’economia in trasformazione e il rapido sviluppo della tecnologia hanno cambiato le condizioni di lavoro e l’insieme delle competenze necessarie per far crescere la propria impresa. Più che mai le istituzioni educative dovrebbero lavorare mano nella mano con il settore delle imprese per preparare gli studenti a un ambiente di lavoro in rapido cambiamento, coltivando le loro competenze imprenditoriali. Rispetto alle aree dense intorno ai centri economici, il divario di competenze e attività imprenditoriali è maggiore nelle aree periferiche con minore attività economica, confermando l’importanza di ecosistemi strettamente interconnessi per sostenere l’attività imprenditoriale e i tassi di occupazione.
L’Expanding Entrepreneurial Ecosystems dovrebbe migliorare le competenze imprenditoriali dei giovani negli ecosistemi di innovazione “modesti” e “moderati”, sostenendo la formazione imprenditoriale attraverso programmi progettati in stretta collaborazione con il settore privato e le entità di accelerazione delle imprese. Le proposte dovrebbero fare leva sulle migliori pratiche del settore privato nei centri d’innovazione europei con buoni risultati e sulla collaborazione esistente con le istituzioni educative. Solo costruendo i talenti locali, compresi quelli femminili, e fornendo loro conoscenze e opportunità per contribuire al settore privato locale o sviluppare le proprie imprese, l’ecosistema dell’innovazione locale può espandersi sulla base di una crescita sostenibile e inclusiva. Le proposte dovrebbero valorizzare alti livelli di competenze tecniche nello sviluppo di ecosistemi di innovazione con conoscenze ed esperienze pratiche nella gestione aziendale e nel processo di scale-up internazionale.
L’azione sostiene programmi di attività co-progettati, di almeno due anni di studio, proposti congiuntamente da istituzioni educative di ecosistemi di innovazione “modesti” e “moderati” e dal settore privato dei poli di innovazione (“innovatori forti” e “leader dell’innovazione”), per coltivare le competenze imprenditoriali attraverso attività, per esempio:
• l’impegno di esperti di business nell’implementazione di programmi educativi;
• il coinvolgimento di studenti e laureati di varie discipline e dipartimenti nelle strutture delle rispettive aziende, e il coinvolgimento del personale educativo nei processi di business delle aziende, entrambi con l’obiettivo di una partecipazione equilibrata di genere;
• organizzazione di sfide di co-ideazione, dove gli studenti possono proporre soluzioni innovative nel campo di competenza dei partner e ricevono risorse e supporto per sviluppare il prodotto e la sua strategia di sviluppo aziendale.
I risultati del progetto dovrebbero contribuire ad alcuni dei seguenti risultati attesi:
• Miglioramento dei flussi di risorse di innovazione tra gli ecosistemi di innovazione a vari livelli di sviluppo;
• Miglioramento della qualità della formazione imprenditoriale e dei talenti locali dotati di competenze per sostenere l’accelerazione delle imprese e la digitalizzazione[1];
• Maggiore attività imprenditoriale negli ecosistemi di innovazione in via di sviluppo e la sua scalabilità in tutta Europa o a livello internazionale;
• Aumento della (auto)occupabilità dei giovani;
• Maggiore consapevolezza delle diverse culture e opportunità di business attraverso i settori e / o le aree geografiche.
Gruppo/i di destinazione: Scuole professionali, istituti di istruzione superiore, autorità pubbliche nel campo dell’istruzione e dell’occupazione, PMI, aziende.
Criteri di eleggibilità:
Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di paesi terzi non associati o le organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), purché siano soddisfatte le condizioni stabilite nel regolamento del programma Horizon Europe, insieme a qualsiasi altra condizione stabilita nello specifico argomento dell’invito. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione.
I consorzi devono essere composti da almeno tre soggetti giuridici indipendenti, di cui almeno uno è stabilito in una regione innovatrice “modesta” o “moderata” e almeno uno in una regione innovatrice “forte” o “leader dell’innovazione”. Si prende come riferimento il Regional Innovation Scoreboard e, nel caso di enti che rappresentano autorità nazionali, l’European Innovation Scoreboard. I candidati devono usare come riferimento l’ultima versione dei documenti di cui sopra al momento della chiusura del bando. I paesi associati che non sono inclusi nel quadro europeo di valutazione dell’innovazione e sono classificati al di sotto di 25 nell’indice globale dell’innovazione 2020 sono considerati “moderati” o “modesti innovatori”. Nel caso di paesi associati non inclusi in nessuno dei riferimenti precedentemente menzionati, il rango di partecipazione del paese nel programma Horizon Europe (profilo del paese H2020) sarà preso come riferimento e i paesi classificati sotto la media saranno considerati come “moderati” o “modesti innovatori”.
Il consorzio deve essere composto da almeno un istituto di istruzione e almeno un rappresentante del settore privato.
Schema di finanziamento:
La Commissione stima che un contributo dell’UE di circa 1 milione di euro permetterebbe di affrontare questi risultati adeguatamente.
Il bilancio totale indicativo per il tema è di 5,00 milioni di EUR.
Tipo di azione Azioni di coordinamento e sostegno.
Scadenza:
10 maggio 2022
Ulteriori informazioni:
wp-10-european-innovation-ecosystems_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu)
Per scaricare questo bando, in formato pdf, clicca qui.

 

 

 

Servizio offerto da Mario Furore, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

0%

Furore Mascotte #ineuropaconfurore

© 2020 Mario Furore - Privacy & Cookie Policy |
Design by Gianluca di Santo